Modena in un giorno

Modena. Tra aceto balsamico e Lamborghini, potresti pensare che Modena sia solo per i degustatori o i fanatici delle auto veloci, ma questa città è molto molto di più. Nel suo centro potrai ammirare meraviglie architettoniche e siti storici che ti affascineranno.  Modena è una città con tanto da offrire.

Grandi piazze, strade pittoresche, parchi e una scena culinaria che ti lascerà un piacevole e gustoso ricordo. Nonostante Modena disti solo mezzora in treno da Bologna, questa è stata la mia prima vera visita alla città e ne sono rimasta piacevolmente sorpresa.  C’ero già stata da bambina e varie volte c’ero passata di sfuggita.

Ho trascorso un giorno in centro a Modena e mi sono goduta ogni attimo: mi sono dedicata al relax, lunghe passeggiate senza una meta precisa e, come al solito ho assaporato le prelibatezze locali.

La stazione ferroviaria di Modena è a circa dieci-quindici minuti a piedi dal centro della città, da Bologna il biglietto del treno regionale costa solo 3,85 €.

Modena è una meta turistica che può essere combinata tranquillamente con altre mete emiliane vicine, difatti è una cittadina perfetta per una gita di un giorno.

Inizia la giornata esplorando il centro della città vecchia, dove La Torre della Ghirlandina è forse il monumento più famoso e imponente, un gigantesco campanile offre viste panoramiche sulla città.

Esplora il centro storico di Modena

Il fascino di Modena diventerà evidente mentre passi la mattinata passeggiando per la splendida città. A Modena, tutte le strade porteranno immancabilmente a Piazza Grande, con la straordinaria cattedrale del XII secolo che cattura i visitatori con la sua imponente architettura. Puoi entrare gratuitamente nella cattedrale e anche salire sulla Torre della Ghirlandina per € 3.
Per me è stato molto rilassante fare colazione sotto uno dei portici di fianco alla Cattedrale, e guardare la gente che passeggiava in una bella domenica mattina. 

Attraversa Piazza Mazzini, dove troverai la Sinagoga cittadina mentre ti dirigi verso un’altra piazza che ti piacerà sicuramente molto: Piazza Roma sulla quale si erge l’Accademia militare, antica residenza estense trasformata in accademia dopo l’Unità d’Italia, oggi uno dei simboli della città.

Parco Ducale Estense

Sono certa ti piacerà un sacco passeggiare nel parco ducale estense in qualsiasi stagione. In novembre, quando sono andata io, i colori autunnali esplodevano in uno spettacolo meraviglioso sotto la luce tiepida del sole.
Al suo interno oltre ad un delizioso fiumiciattolo attraversato da un ponte, noterai di sicuro il Palazzo estense dal colore acceso risalente al 600. All’interno del parco, nel quale è stupendo passeggiare tra le svariate specie di alberi e piante, si gode di una spettacolare vista del retro del “Tempio”, ufficialmente la Chiesa di San Giovanni, una chiesa risalente al secolo scorso, dall’architettura imponente a croce greca, molto molto particolare. 

Visita Mercato Albinelli – Mercato centrale di Modena

Modena è un paradiso per i buongustai ed il luogo più tipico che più racchiude la sua essenza è il Mercato Albinelli – il mercato alimentare centrale di Modena, dove anche i modenesi fanno la spesa. Al mercato troverai tutto ciò che le tue papille potrebbero desiderare, tra cui frutta e verdura fresca, centinaia di varietà di pasta e salumi e formaggi a prezzi decisamente contenuti. Il mercato apre ogni giorno alle 6:30 tranne la domenica, quindi è un posto perfetto per i mattinieri!

Partecipa a un tour di aceto balsamico

Quando pensi a Modena, sono certa che ti verrà in mente subito il tipico aceto balsamico. Ma non lasciarti ingannare dai prodotti da supermercato, il prodotto tradizionale è molto diverso.

L’aceto balsamico tradizionale è invecchiato per almeno 12 anni, senza alcun additivo e deve essere approvato dal Consorzio dell’Aceto Balsamico di Modena. Puoi assaggiare il prodotto tradizionale in tutta Modena, incluso il mercato centrale, tuttavia, al fine di apprezzare il processo di produzione, consiglio vivamente di visitare un’acetaia locale dove viene prodotto il glorioso liquido.
Ad esempio presso il Palazzo Comunale ogni weekend si organizzano visite guidate per massimo 20 persone.

Concediti un pranzo tipico

Modena vanta quello che è considerato da molti uno dei migliori ristoranti del mondo: l’Osteria Francescana dello Chef Bottura! Con la bellezza di tre stelle Michelin, rivisita piatti della tradizione in un ambiente super chic. Purtroppo, questa opzione richiede, sia per pranzo che per cena, la prenotazione con mesi di anticipo.

Comunque Modena non ti lascerà mai a bocca asciutta! In centro troverai altre mille opzioni validissime dove potrai comunque goderti la cucina locale a prezzi molto più contenuti.
Per esempio, io ho mangiato alla trattoria Pomposa al Re gras, una scelta sicuramente autentica e molto più adatta alle mie finanze. Ti consiglio comunque la prenotazione, soprattutto il weekend.

Ogni piatto servito è stato incredibile, tra cui tigelle con affettati e formaggi selezionati. Abbiamo poi assaggiato primi tirati a mano tra cui tortellini in brodo, tagliatelle al ragù, lasagne verdi e tortelloni al balsamico solo per citarne alcuni.

Fuori dal centro

Al di fuori del centro ci sono molte altre cose da fare nei dintorni di Modena, che possono facilmente riempire un paio di giorni aggiuntivi. Ad esempio puoi visitare il Museo Enzo Ferrari o fare un giro in una delle fabbriche locali del Parmigiano Reggiano; puoi persino fare una gita immerso nella natura alla scoperta di panorami superlativi verso Castelvetro, Vignola o Formigine.

Letizia Vinciguerra – https://www.letygoeson.it/

Foto scattate da DCF – https://dcfphoto.vpsite.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *